Porto di Longonsardo

Data:
24 Marzo 2020
Immagine non trovata

Oggi l’antico porto costituisce l’approdo naturale più grande e confortevole della Sardegna, con circa 700 posti barca; riparato da tutti i venti e immerso in un contesto ambientale che non trova eguali. Il Porto Longonsardo è in una posizione privilegiata per i collegamenti marittimi da e verso la Corsica. Strategica la vicinanza con lo splendido arcipelago di La Maddalena, la Costa Smeralda e le isole corse.
Ai tempi della dominazione romana Santa Teresa Gallura (Longonis) era il primo porto principale della Sardegna, grazie al suo profondo fiordo: un approdo naturale protetto. Oggi il nuovo porto teresino costituisce uno dei centri marittimi più moderni ed attrezzati di tutta l’area, scalo dei traghetti che ogni giorno collegano la Sardegna alla Corsica. Ha una capacità di 750 posti nelle varie categorie di natanti, fino a barche di 30-35 metri. Le strutture comprendono attrezzature cantieristiche con un “Travel-lift” capace di tirare imbarcazioni fino a 100 tonnellate di dislocamento.

Il progetto immobiliare di recente costruzione è suddiviso in 5 settori: il Chiostro, la Piazza del Tempo, Vigna Marina, la Cascata, i Portici (costruiti con materiali naturali come il granito e il legno). Sulle banchine del porto si affacciano le attività artigianali, commerciali, direzionali, di servizio, negozi, ristoranti e bar. C’è inoltre un centro fitness all’avanguardia, una Club House ed una piscina di circa 500 metri quadrati, alimentata da una grande cascata, ideata per essere utilizzata in tutte le stagioni. Il suggestivo chiostro del porto teresino nel periodo estivo si trasforma in un piccolo teatro, animandosi con manifestazioni culturali.

Per informazioni: 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 14 Maggio 2020